Forovoltaici

___________________________________________________________________

 icon whatsapp icon whatsapp

 

Da poche settimane abbiamo attivato un servizio di informazioni
su WHATSAPP o su TELEGRAM GRATUITO.

Iscriviti anche tu !

 ___________________________________________________________________

 

colonnine di rifornimento
Il paese in cui c'è maggiore diffusione di veicoli elettrici è la Norvegia, un paese nel quale il rispetto dell'ambiente è profondamente radicato, ma ormai anche in Italia è ampiamente diffuso questo mezzo e i numeri sono in continua espansione. La quasi totalità dei marchi automobilistici ha nel proprio assortimento veicoli ibridi, ma anche automobili totalmente elettriche. Dotarsi di una colonnina di ricarica nel parcheggio del proprio esercizio commerciale, è un ottimo modo per attrarre e fidelizzare nuovi clienti.

La soluzione da noi proposta, è molto economica e presenta diverse caratteristiche confacenti per centri commerciali, palestre e centri sportivi, negozi importanti, catene di negozi, cliniche private e pubbliche, stabilimenti industriali, flotte di veicoli, attività commerciali, enti pubblici e agenzie pubblicitarie.

Approfondisci

 

 

guida al risparmio energetico

Abbiamo redatto una breve guida al risparmio energetico quotidiano. Si tratta di una raccolta di consigli semplici, per molti sicuramente ovvii, ma rileggendoli forse ci accorgeremo che non li stiamo mettendo in pratica e invece dovremmo sempre ricordare che l’energia più pulita è quella non sprecata e che, decine di milioni di piccoli sprechi, equivalgono a grandi centrali che potremmo spegnere.

Scarica la guida al risparmio energetico.

Nell’ultimo decennio nei moduli fotovoltaici sono stati osservati dei fenomeni di degrado e perdita di potenza, le cause sono dovute principalmente al fenomeno conosciuto come P.I.D. (Potential Induced Degradation) o anche come H.V.S. (High Voltage Stress), il fenomeno e’ noto in letteratura dal 1970 tuttavia, in seguito alla larga diffusione dei grandi impianti FV, ha cominciato a farsi notare solo dal 2006, specialmente in seguito alla eliminazione del trasformatore di uscita negli inverter. 003Nel giugno del 2011, il Fraunhofer Center for Silicon Photovoltaics ha pubblicato i risultati di un test, secondo i quali il PID è responsabile di una riduzione di potenza pari quasi al 70%.

Non tutti conoscono questo problema e nel file che potrete scaricare in fondo a queste note, potete trovare una dettagliata spiegazione del fenomeno. Si tratta di un effetto molto pericoloso che può compromettere pesantemente le prestazioni degli impianti fotovoltaici di media e grossa taglia. Fortunatamente esiste un rimedio a questo problema, rimedio che può garantire il non verificarsi in futuro e, molto spesso, risolvere il danno finora arrecato ai moduli installati, riportandoli alle prestazioni originarie.

Chi fosse interessato ad avere maggiori dettagli, ci contatti all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Scarica allegato: Il fenomeno PID